Ricette per guarire dal fanatismo

oz
Contro il fanatismo
Amos Oz
2002
      
Un fanatico è un punto esclamativo ambulante, che però può guarire con qualche iniezione di immaginazione e qualche pillola di umorismo.
Nel suo “Contro il fanatismo”, raccolta di tre lezioni tenute all’Università di Tubinga, Oz illustra una ricetta abbastanza semplice per guarire da qualsiasi tipo di intransigenza.
Al di là, però, dell’ ironia che aleggia tra le parole dello scrittore c’è la serietà di un tema, l’irrisolto conflitto israelo-palestinese, con digressioni  sugli altri modi in cui, nel nostro mondo, si manifestano intransigenza ed intolleranza. 
Oz, ebreo, europeo mancato, scrittore, ex soldato, si autodefinisce esperto di “fanatismo comparato” e a ragione.
Nato nella Gerusalemme più cosmopolita che ci si possa immaginare, quella degli anni quaranta, ha visto, irrimediabilmente, crescere il conflitto tra ebrei-israeliani e arabi-palestinesi; dagli anni peggiori degli scontri armati tra i due eserciti, ai giorni nostri dei rapporti leggermente più civili ma densi e tesi.
Eppure dei rimedi ci devono essere e l’autore, fine ed acuto osservatore, prova a cercarne ed elencarne alcuni, senza mai abbandonare l’ironia e prendersi troppo sul serio, anzi, proprio per evitare questo inserisce divertenti divagazioni ed aneddoti.
Divertente e al tempo stesso toccante il racconto al termine del quale Oz definisce la sua nonna come “drasticamente immune dal fanatismo”.
Grazie a queste brevi note a margine prende un respiro, si alleggerisce e dopo si ributta nelle sue dissertazioni non evitando commenti a volte poco lusinghieri anche all’indirizzo del suo stesso popolo.
Afferma Oz e mentre leggevo non potevo fare a meno di sorridere pensando ai fanatici che conosco in prima persona, che in vita sua non ha ancora visto un fanatico che avesse senso dell’umorismo e che per citare l’autore stesso: “i fanatici sono spessissimo sarcastici. Alcuni di loro hanno un profondo senso del sarcasmo, ma niente spirito. L’umorismo implica la capacità di ridere di sè stessi. L’umorismo è relativismo, è la facoltà di vedersi così come potrebbe vederti il prossimo…” e continuo parafrasando Oz, l’umorismo è anche la capacità di vedere come vedrebbero gli altri, di mettersi nei loro panni, immaginarsi come saremmo e cosa avremmo nella testa se fossimo nati in un contesto del tutto diverso dal nostro o forse proprio al di là delle barricate costruite da noi stessi.
Ho già definito Oz come un europeo mancato, ed è vero, i suoi genitori gli hanno trasmesso un sentimento di amore-odio per l’Europa che a un certo punto, affiora dalle parole dell’autore non senza una certa violenza. Ma Oz non si dimentica di avvertirci: quello che sta per dire non piacerà a nessuno, e probabilmente nemmeno a lui, aggiungo io. Non piacerà a noi Europei con la nostra visione romantica della pace, sempre pronti a puntare il dito, sempre bisognosi di sapere chi siano i buoni e chi i cattivi; non piacerà ai Palestinesi e non piacerà di sicuro agli Ebrei. Oz parla di compromessi, di separazioni dolorose ma necessarie, di riconoscimenti di diritti, di abbandoni e concessioni.
Qualcuno potrebbe dire, è forse uno statista Oz per esprimere opinioni, per dare la sua ricetta? No, non lo è e lui stesso lo sa bene, ma si domanda: in un paese in cui tutti hanno la soluzione in tasca e non perdono occasione di sciorinarla al prossimo, perchè non anch’io?
E non è forse vero che la soluzione al fanatismo in genere può essere solo un compromesso tra tutte le soluzioni possibili, “la capacità di esistere nel contesto di situazioni aperte, […] insieme alla diversità degli altri”?
DA LEGGERE: Da leggere per poi non essere d’accordo con l’autore, per contestare le sue soluzioni, per dissentire, per arrabbiarsi, per trarre le proprie conclusioni oppure per essere d’accordo in pieno ma di seguito, trarre comunque le proprie personali conclusioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...